Piscine interrate a bordo sfioro, a skimmer, a cascata in Lombardia - Piscine interrate in cemento e in pannelli di acciaio

Vai ai contenuti

Piscine interrate a bordo sfioro, a skimmer, a cascata in Lombardia


SISTEMA BETONPOOL
CARATTERISTICHE TECNICHE PANNELLI


Le doppie pareti utilizzate sono costituite da due lastre di calcestruzzo armato vibrato dello spessore di cm 4-4,5, collegate tra loro dall’armatura metallica di tralicci bausta.

L’altezza standard dei pannelli prefabbricati è di 122 cm mentre lo spessore totale 22 cm.
Questo tipo di pannello presenta il vantaggio di unire la finitura che si ottiene con un cassero metallico, a quello del getto continuo, relativamente all’anima centrale.
Il pannello così realizzato a tre strati, di cui i due esterni vibrati, è esente dalle porosità continue di un comune getto monolitico realizzato in opera.
Il cemento utilizzato per realizzare questi elementi è un cemento Portland di tipo I di classe 32,5 con resistenza alla compressione normalizzata a 28 gg. compresa tra 32,5 e 52,5 N/mmq, gli aggregati provengono dalle cave Morselli di Mantova e hanno una granulometria compresa tra 0 e 15 mm (sabbia 0/3; ghiaietto 4/15).
L’acciaio usato per l’armatura interna appartiene a tipo Fe B 44 K con sforzo ammissibile superiore a 2600 Kg/cmq.
La parete è armata con Ø6/20” su ogni lastra, mentre gli innesti, Ø 8/30” hanno un’altezza di 75 cm.
All’interno della doppia parete sono presenti n° 5 tralicci bausta H= cm 20,5 con armature 1 Ø 8 + 2 Ø 8 e staffe Ø 5.
Tra i vari tralicci sono presenti 4 ferri di armatura Ø 8.
Le doppie pareti vanno posate su fondazioni, dove è necessario prevedere spezzoni di innesto, in modo tale da rendere solidale con la fondazione il muro che si formerà con il getto.
Per mantenere allineati i pannelli si utilizzeranno dei morsetti che hanno il compito di evitare dei movimenti delle doppie pareti durante il getto del calcestruzzo.
Gli elementi prefabbricati sono trasportati in cantiere per mezzo di autogrù speciali e successivamente posti su una platea gettata in opera.
Le fasi di messa in opera dei pannelli saranno seguite da personale qualificato che provvederà alla sistemazione delle pareti nella giusta posizione.
Il getto successivo sarà realizzato con calcestruzzo Rck 30,0 N/mmq trasportato in cantiere direttamente dalle centrali di betonaggio.
Dal momento del getto integrativo delle pareti il calcestruzzo sarà fatto riposare per otto giorni, dopo di ché si provvederà al rinterro attorno alla piscina con materiale drenante (ghiaia, sabbia, ciottoli, ecc.).

Pecchini Piscine Srl

Loc. Bellaguarda 80/D,  46034 Borgo Virgilio (MN)

Tel: (+39) 0376 448197  -  Fax: (+39) 0376 750027

Partita IVA: 02086560204

REA MN-223224  |  Cap. Soc.: € 10.000,00 i.v.

Privacy Policy
Torna ai contenuti